• LIGHT HOLE: Maker Faire Rome

    ottobre 1, 2018 admin news

    Altro successo targato A3DLab.

    Il secondo progetto selezionato per la Maker Faire Rome – The European Edition che si svolgerà dal 12 al 14 ottobre presso Fiera di Roma e che troverete presso il nostro stand è: LIGHT HOLE: Per la progettazione di questa lampada si è partiti dalla forma sinuosa e femminile di una chitarra acustica, svuotandola della sua funzione di emettitore di suono e facendogli acquisire quello, tutto nuovo, di emettitore di luce, infatti il sound hole (buca o rosone), elemento fondamentale della cassa armonica, cambia funzione e viene sostituito da una lampadina a bulbo.
    Informazioni più dettagliate:
    https://2018.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=376

    Vi aspettiamo alla Maker Faire per mostrarvi i nostri progetti!
    www.a3dlab.it
    #3dprint #a3d #stampa3d

  • A3DLab al Maker Faire Rome

    settembre 27, 2018 admin news

    Mancano pochi giorni alla Maker Faire Rome – The European Edition il più importante spettacolo al mondo sull’innovazione – dal 12 al 14 Ottobre alla Fiera di Roma il luogo dove maker e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. E’ un evento pensato per accendere i riflettori su centinaia di idee e progetti provenienti da tutto il mondo. E’ la più grande Maker Faire al di fuori degli Stati Uniti ed il secondo al mondo per numero di visitatori con oltre 100 mila presenze registrate nell’edizione del 2017.

    Anche quest’anno A3D ha partecipato ed è stata selezionata con due progetti, oggi vi presentiamo: BEE YOUR SHELF – mensola modulabile e dal design geometrico di libera composizione. L’idea è nata grazie alla collaborazione di una studentessa, Sara Troiani dell’ IIS Largo Brodolini – Pomezia nell’ambito del progetto di “Alternanza scuola-lavoro”.
    Informazioni più dettagliate le trovate su:
    https://2018.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=624
    www.a3dlab.it

  • A3D LAB AL ROMICS 2018

    marzo 13, 2018 admin news

    Dal 5 all’8 Aprile A3D Lab è al Romics di Roma, tra i più importanti festival internazionali del fumetto, animazione, cinema e games. A3D Lab presenterà, assieme al suo team, macchinari e prodotti 3D innovativi ed emozionanti. Correte tutti al Padiglione 5 Stand C21.

  • LA STAMPA 3D TOGLIE IL TUMORE SENZA TOCCARE IL CERVELLO

    marzo 7, 2018 admin news

    Tra i molti impieghi della stampa 3D in ambito chirurgico, ce n’è uno molto importante: la possibilità di ridurre in modo decisivo l’invasività di un intervento per rimuovere una massa tumorale. È accaduto qualche giorno fa all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze quando un tumore benigno della base cranica, che aveva compromesso la funzionalità del nervo ottico di una ragazza di sedici anni, è stato rimosso senza che ci fosse la necessità di “toccare” il cervello della paziente. Grazie a un lavoro preparatorio su un modello realizzato con la stampa tridimensionale, il team di Neurochirurgia pediatrica, con il chirurgo Federico Mussa, è riuscito a individuare un percorso alternativo per il bisturi, che ha permesso loro di raggiungere la massa in modo molto meno invasivo rispetto a quanto avveniva in passato.

    Per ottenere questo risultato è stato necessario un lungo e meticoloso lavoro di pianificazione, che, oltre ai neurochirurghi, diretti da Lorenzo Genitori, ha coinvolto alcuni degli ingegneri di T3DDY, il laboratorio congiunto istituito dal Meyer con il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Firenze: al lavoro, la professoressa Monica Carfagni, responsabile del laboratorio, Yary Volpe e Francesca Uccheddu.

    Il primo passo, proprio grazie alle potenzialità della stampante, è consistito nella realizzazione di un modello a grandezza naturale del cranio della giovanissima paziente. Grazie alle immagini ottenute dalla risonanza magnetica e dalla tac, i neurochirurghi e gli ingegneri sono riusciti a riprodurre, all’interno di questo modello, la massa tumorale e il nervo ottico con la stessa forma e dimensione che questi avevano in realtà. Poi è stato effettuato un intervento simulato, che ha permesso di individuare il percorso più soft. Percorso che poi si è rivelato esatto nel momento in cui l’intervento è stato effettuato davvero, con successo.

    Da tempo, ormai, la stampa 3D è entrata nella pratica clinica del Meyer, trovando numerosissimi ambiti di applicazione.

  • AMMORTAMENTI PER STAMPANTI E SCANNER 3D: NOVITÀ 2018

    febbraio 5, 2018 admin news

    Siamo lieti di annunciarvi che, per tutti coloro che intendono incrementare la trasformazione tecnologica della propria azienda, il Superammortamento e l’Iperammortamento saranno riproposti anche per il 2018! Nella Legge di Bilancio 2018 sono stati prorogati i termini per aderire alle due misure fiscali. La misura fu introdotta con il super ammortamento 2016, poi garantita anche l’anno seguente con il super ammortamento 2017. Il Governo, tuttavia, ha inteso offrire anche per il 2018 il super ammortamento e l’iperammortamento.

    Il Superammortamento e l’Iperammortamento sono due agevolazioni fiscali destinate ad aumentare i costi di ammortamento per l’acquisto di beni, funzionali allo sviluppo del processo produttivo del soggetto medesimo. Ciò, ovviamente, consente di ridurre la base imponibile su cui saranno successivamente calcolate le imposte. Si tratta, insomma, di una misura che consente di aumentare nel bilancio il costo di un bene.

    Cos’è il Superammortamento 

    Il Superammortamento è stato introdotto con la Legge di Stabilità 2016, e poi prorogato con la Legge di Bilancio 2017, al fine di agevolare gli investimenti delle aziende per l’acquisto di beni strumentali. Il super ammortamento, infatti, consente di incrementare, ai soli fini fiscali, i costi di alcune tipologie di beni strumentali. L’aumento di valore, chiaramente, consente anche di aumentare la deducibilità fiscale, rispetto al costo reale del bene. Ciò ovviamente, riduce la base imponibile su cui saranno calcolate le aliquote. Il superammortamento può essere applicato da tutte le aziende che effettuano l’acquisto di beni strumenti collegati con il business dell’azienda stessa. Nella definizione, pertanto, sono compresi sia i titolari di reddito di impresa, sia i titolari di reddito da lavoro autonomo. Tuttavia, sono esclusi dall’agevolazione i titolari di Partita Iva del nuovo regime forfettario, che ha sostituito il regime dei minimi.

     

    Cos’è l’Iperammortamento 

    Con la Legge di Stabilità 2017, inoltre, è stato introdotto, nell’ambito degli investimenti del piano industria 4.0, anche l’iperammortamento 250. Il meccanismo di funzionamento dell’iperammortamento è similare a quello del superammortamento. L’azienda che effettua investimenti per l’acquisto di beni strumentali, rientranti nei casi previsti dalla legge, ha diritto a un ammortamento pari al 250% del bene acquistato. Nel caso dell’iper ammortamento, però, a poter aderire sono le aziende che operano nel settore della meccatronica, robotica, big data, sicurezza informatica, nanotecnologie, sviluppo di materiali intelligenti, stampa 3D e internet. Fra i beni che queste possono acquistare vi sono beni strumentali controllati da sistemi computerizzati, sistemi per l’assicurazione della qualità e delle sostenibilità, nonché dispositivi per migliorare l’ergonomia e la sicurezza sul posto di lavoro.

     

    Superammortamento 2018: cosa prevede

    Con la Legge di Bilancio 2018, il Governo ha adottato il superammortamento 2018. Tuttavia, rispetto agli anni passati, sussistono una serie di novità. In primo luogo, si dovrà parlare di superammortamento 130, in quanto gli acquisti effettuati a partire dal 1°gennaio 2018 e fino al 31 dicembre 2018 saranno soggetti a un maxi ammortamento del 130%.

    In particolare, l’investimento deve essere realizzato dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018, ovvero fino al 30 giugno 2019 a condizione che, entro la data del 31 dicembre 2018:

    • l’ordine risulti accettato dal venditore;
    • sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

     

    Iperammortamento 2018: le novità

    Con la Legge di Stabilità 2018, il governo ha prorogato anche l’iperammortamento. Per l’iperammortamento 2018, che mira a incentivare gli investimenti nell’ambito dell’industria 4.0, non sono previsti particolari cambiamenti. L’incentivo fiscale si applica per tutti gli acquisti effettuati sino al 31 dicembre 2018.

    Tale agevolazione viene riconosciuta per gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2018 ovvero fino al 31 dicembre 2019, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2018:

    • l’ordine risulti accettato dal venditore;
    • sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

    A differenza rispetto al passato, però, se il bene viene ceduto prima del periodo di ammortamento, questo dovrà essere sostituito con un bene prestazioni pari o superiori a quello precedente.

  • MODEL GAMES 2016 – FIERA DI BOLOGNA

    novembre 28, 2017 admin news

    Siamo appena tornati dalla Fiera di Bologna in occasione del Model Games 2016 – Salone del modellismo e del War Games ed è già tempo di scrivere le nostre impressioni.

    Eravamo presenti con il nostro stand in collaborazione con 3DPRN e 3D Stampa HiTech Lab per mostrare ai visitatori della fiera le possibili applicazioni della Stampa 3D al mondo del modellismo.

    Tantissimi appassionati hanno potuto apprezzare il nostro lavoro, i possibili campi di applicazione e i modelli stampati che avevamo portato, tra cui il modello in scala 1:6 di un gatto delle nevi realizzato per un cliente.

    Girando per gli stand abbiamo potuto apprezzare quanto questo mondo sia variegato e pieno di professionisti del modellismo che dedicano la maggior parte del loro tempo nella creazione di treni, scenari, macchine da lavoro, aerei, macchine da corsa e quant’altro faccia parte di questo fantastico mondo.

     

  • PLA PER LA STAMPA 3D: UNA SCELTA ETICA!

    settembre 13, 2017 admin news

    Stampiamo molto nel nostro laboratorio e la maggior parte delle volte gli oggetti che realizziamo vengono dismessi o gettati perché sono prove di stampa, idee o prototipi.
    Questo genera una quantità importante di materie plastiche da dismettere e che quindi vanno ad aggiungersi agli altri rifiuti inquinanti presenti nelle nostre discariche e su tutto il territorio.
    Per questo e per altri motivi, abbiamo scelto di utilizzare per le nostre prove e per i nostri prototipi prevalentemente dei filamenti a base di PLA (Acido Polilattico).
    Il PLA è una plastica di origine vegetale ottenuta dalla fermentazione dell’amido di mais quindi biodegradabile.  Oltre ad essere un ottimo materiale da stampare con le nostre stampanti 3D, possiamo dire che la nostra è una scelta “etica”, infatti il PLA è biodegradabile e compostabile, richiede minori emissioni di anidride carbonica ed è al 100% rinnovabile.

    • Il mais viene raccolto e l’amido trasformato in zucchero;

    • Lo zucchero (destrosio) viene fatto fermentare e distillato in acido lattico;

    • Dalla polimerizzazione dell’acido lattico si ottiene il PLA (Acido Polilattico);

    • Dal PLA si realizzano prodotti monouso che troviamo sulle nostre tavole e filamenti per la #stampa 3d;

    Per produrre 1 kg di PLA sono necessari 2,8 kg di mais.

    L’utilizzo del mais per produrre l’acido polilattico rappresenta una percentuale minima della produzione totale.
    Questo processo produttivo di trasformazione causa l’immissione in atmosfera di anidride carbonica che viene compensata dall’assorbimento, tramite il processo di fotosintesi clorofilliana, da parte del mais.

    Un normale vasetto dello yogurt in PLA per degradarsi impiegherà:
    50 giorni: in un impianto di compostaggio industriale
    120 giorni: in un impianto di compostaggio domestico
    1 anno e 3 mesi:  sul terreno in superificie
    2 anni: se interrato nel sottosuolo
    4 anni: in laghi e oceani.

    Si può dire quindi, che il ciclo di vita del PLA è praticamente infinito:
    Mais – Amido – Prodotti – Compostaggio e si ricomincia!